La cattedrale di San Paolo a Mdina

Costruita in epoca normanna, sul sito di un’antica cattedrale dedicata alla Vergine, questa antica chiesa fu rimaneggiata più volte dai vescovi che vi si succedettero fino al 1693, anno in cui un tremendo terremoto la devastò.

Vennero risparmiati solo la sacrestia e il coro, decorato con preziose tele e affreschi. Il corpo centrale dell’edificio venne subito ricostruito in stile barocco e con più ampie dimensioni su progetto di Lorenzo Gafà e fu consacrato nel 1702 dal vescovo Cocco Palmieri.

Sulla facciata campeggiano lo stemma della città, del vescovo Palmieri e del Gran Maestro dell’Ordine di Malta allora in carica, Fra Ramon Perellos.